Sapevate che uno dei secondi più gettonati per le festività autunnali è proprio la lonza di maiale? Insieme a tacchinelle ripiene e arrosti di manzo, la lonza spadroneggia sulle tavole accompagnata sempre più spesso da frutta di stagione. Il sapore delicato di questo taglio si abbina perfettamente a riduzioni, salse o ripieni a base di frutta, e può essere arricchito da noci, pinoli o pistacchi.

In tanti definiscono quella di maiale una “carne bianca”, poiché dopo la macellazione ha un colore molto più chiaro rispetto a quella di manzo o cavallo. Inoltre, come le carni di pollo, tacchino o vitello, la carne di maiale esprime tutte le sue proprietà solo se cotta.

La lonza è la parte più magra del maiale, più precisamente quella in cui grasso e magro sono facilmente distinguibili e, dunque, separabili.

Ricavato dal muscolo del carré, ovvero la zona dorsale del maiale, può essere cucinata sia arrosto che a fettine con moltissimi condimenti e contorni. Questa caratteristica rende la lonza un taglio ideale da cuocere intero oppure tagliato a fettine sottili per preparare poi scaloppine e gustosi involtini.

Dal gusto delicato, morbida e versatile, la lonza di maiale è la carne ideale da abbinare alla frutta, specie se di stagione.